San Vito di Leguzzano, Vicenza
+390445519520
info@idrotermicastella.it

Ristrutturazione: quando comunicare all’Enea

idrotermosanitaria, arredobagno, climatizzazione

Ristrutturazione: quando comunicare all’Enea

Avviso ai nostri clienti che hanno eseguito interventi per la riduzione dei consumi energetici l’anno scorso ed usufruito delle detrazioni del 50%.

È necessario fare la comunicazione all’Enea entro il 19 febbraio 2019.

Per monitorare e valutare il risparmio energetico conseguito con la realizzazione degli interventi, la legge di bilancio 2018 ha introdotto l’obbligo di trasmettere all’Enea i dati relativi alle opere di recupero edilizio che possono fruire della detrazione del 50% , per es. per l’installazione o la sostituzione di climatizzatori o caldaie, analogamente a quanto già previsto per accedere alle detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica (Ecobonus 65%).

Si deve quindi porre attenzione alla data di fine lavori o se si è in presenza di cantieri ancora aperti. Per chi ha interventi ancora in corso, l’invio della documentazione all’Enea va effettuato attraverso il sito http://ristrutturazioni2018.enea.it, entro 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo.
Per gli interventi la cui data di fine lavori (o di collaudo) è compresa tra il 1° gennaio 2018 e il 21 novembre 2018 il termine dei 90 giorni decorre da quest’ultima data, quindi entro il 19 febbraio 2019.

Per maggiori informazioni e l’elenco degli interventi soggetti all’obbligo di invio della comunicazione Vi invitiamo a cliccare sul seguente link: http://www.acs.enea.it/ristrutturazioni-edilizie/

Gli interventi soggetti all’obbligo della comunicazione all’Enea

Strutture edilizie
  • riduzione della trasmittanza delle pareti verticali che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno, dai vani freddi e dal terreno
  • riduzione delle trasmittanze delle strutture opache orizzontali e inclinate (coperture) che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno e dai vani freddi
  • riduzione della trasmittanza termica dei pavimenti che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno, dai vani freddi e dal terreno.
Infissi
  • riduzione della trasmittanza dei serramenti comprensivi di infissi che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno e dai vani freddi
Impianti tecnologici
  • installazione di collettori solari (solare termico) per la produzione di acqua calda sanitaria e/o il riscaldamento degli ambienti
  • sostituzione di generatori di calore con caldaie a condensazione per il riscaldamento degli ambienti (con o senza produzione di acqua calda sanitaria) o per la sola produzione di acqua calda per una pluralità di utenze ed eventuale adeguamento dell’impianto
  • sostituzione di generatori con generatori di calore ad aria a condensazione ed eventuale adeguamento dell’impianto
  • pompe di calore per climatizzazione degli ambienti ed eventuale adeguamento dell’impianto
  • sistemi ibridi (caldaia a condensazione e pompa di calore) ed eventuale adeguamento dell’impianto
  • microcogeneratori (Pe<50kWe)
  • scaldacqua a pompa di calore
  • generatori di calore a biomassa
  • installazione di sistemi di contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati per una pluralità di utenze
  • installazione di sistemi di termoregolazione e building automation
  • installazione di impianti fotovoltaici
Elettrodomestici

Di classe energetica minima prevista A+, ad eccezione dei forni la cui classe minima è la A e solo se collegati ad un intervento di recupero del patrimonio edilizio iniziato a decorrere dal 1° gennaio 2017.

  • forni
  • frigoriferi
  • lavastoviglie
  • piani cottura elettrici
  • lavasciuga
  • lavatrici